La tua guida a New York

La tua guida a New York

Comments

Eh beh, eh beh, direi che ci siamo! Il secondo paragrafo vale tutto!
C’è chi i sogni li tiene nel cassetto e chi le speranze le chiude in un baule.
E tu? Cosa ti aspetti dal tuo prossimo viaggio?
E cominciamo! Oggi un liceo americano alla scoperta della storia del proprio paese.
Adorable!
In attesa che apra…
Ogni tanto un po’ di svago spensierato ci vuole!
Buongiorno e buona Festa della Liberazione a tutti.
Viaggiare all’estero quando si hanno allergie, intolleranze e disturbi alimentari può non essere facile.
Essendo celiaco, so bene quanto sia importante non correre rischi per poter godere appieno di una meritata vacanza.
Potete contare su di me come guida e come collega con un occhio di riguardo per tutti coloro che hanno speciali esigenze.
Privati ed agenzie possono contattarmi per rendere il vostro viaggio stupendo e sicuro. Sarò felice di aiutarvi.
Difficile trovare colori più belli di questi…
Un’intera settimana insieme!
Prelevati all’aeroporto, portati a Liberty ed Ellis Island, visitata la città in lungo e in largo, scelti i ristoranti e tutti gli intrattenimenti, i locali per la sera, i musei, i negozi, riaccompagnati all’aeroporto.
È stata una sfida importante, pianificare tutto dalla A alla Z per 16 persone,sfruttare il tempo al meglio e riuscire anche a cambiare il programma in caso di pioggia o vento, che in questi giorni è stato davvero inclemente a tratti.
Pronti a nuove sfide, ma soprattutto pronto a collaborare sempre di più con agenti di viaggi, gruppi di amici e corporate groups.
Il duro lavoro, la dedizione e soprattutto l’occhio alle esigenze delle persone stanno pagando. E sempre più persone se ne accorgono e lo apprezzano.
Grazie a tutti. In attesa dei prossimi (ne ho già altri tre prenotati a brevissimo).
New York è una città dove, a dispetto dei luoghi comuni, si mangia benissimo.
Soprattutto le specialità locali, pastrami in primis.
Provare per credere
Ieri ho condotto il mio 1033mo tour alla Statua della Libertà ed Ellis Island.
Tra i miei ospiti c'era un professore di storia. Aveva cercato avidamente, dappertutto, alla ricerca di "The Mayor of Liberty Island", una guida con le scarpe gialle che ha un approccio diverso al racconto di questi due importanti luoghi/monumenti non solo di New York ma di tutti gli Stati Uniti.
Ho osservato quest'uomo che mi ascoltava attentamente, gli occhi puntanti su di me come spilli. Non ha perso una parola di quanto detto.
Quando siamo arrivati ad Ellis Island si è messo un po' defilato rispetto agli altri, sempre ad ascoltare.
Alla fine del tour, si è avvicinato ed ha iniziato a parlarmi.
Mi ha detto che in tutto quello che ho detto c'era una sola imperfezione, su chi gestiva l'ospedale. Non avevo detto il nome dell'organismo che se ne occupava per esteso.
Alla fine, mi ha chiesto una cosa: se fossi disposto ad andare alla sua scuola a raccontare ai ragazzi esattamente qual era l'esperienza di Ellis Island.
E son soddisfazioni eh!
E ci risiamo con gli untori.
Leggete prima l’articolo qua sotto e poi leggete il mio commento, che quasi sicuramente non verrà pubblicato - e capirete perché.

Ecco il mio commento
“Un articolo che pullula di notizie false. Ellis Island non è mai, ripeto mai, stata una stazione di quarantena.
Era una stazione di entrata negli Stati Uniti. Con un ospedale. Non un lazzaretto.
Ellis Island aveva un solo varco. “Italiani e africani” e “tutti gli altri” è talmente un’idiozia che non avrebbe nemmeno bisogno di essere commentata.
Le ispezioni mediche per colera, vaiolo, tifo e febbre gialla venivano fatte nei confronti di chiunque, anche dei ricchi, ad Hoffman e Swinburne Island, due isole artificiali al largo di Staten Island, prima dei Narrows, l’ingresso nel porto di New York. Chi veniva trovato con sintomi di queste quattro malattie sostava qui fin quando, per guarigione o per morte, la situazione non si risolveva. Ed erano centri assistiti. 3 miglia prima del porto.
Ad Ellis Island c’era anche un ospedale per i casi non gravi, nel quale le persone venivano controllate e curate.
Non è inoltre vero che a Ellis Island venivano tenuti tutti coloro che volevano entrare in America, come qui si vuol far credere. Passeggeri di prima e seconda classe scendevano a Manhattan. Gli “steerage passengers”, quelli di terza e quarta classe, erano quelli che aspettavano mentre gli abbienti scendevano, venivano poi trasferiti su chiatte e portati ad Ellis Island. La struttura fu creata per garantire uguaglianza di trattamento all’arrivo, una condizione che non poteva essere garantita a Manhattan a causa dell'alta corruzione degli impiegati di Castle Clinton e degli affittacamere spietati del Lower East Side,
Il periodo medio di transito in questa stazione d’arrivo (perché questa era) andava dalle 3 alle 5 ore.
Non era prevista quarantena preventiva, come qui si vuol far credere e come tutti sostengono, forse confondendo con altri paesi o con al propaganda di regime diffusa ad hoc ad inizio secolo (e capite di chi parlo).
La storia della quarantena è una leggenda popolare, mutuata da quello che succedeva invece in Europa del Nord (vedi Belgio).
In ultima istanza, Ellis Island fu in attività dal 1892 al 1954. Mi spiace dirlo, ma questo articolo, storicamente parlando, fa acqua da tutte le parti. Posso capire che la sua funzione sia quella politica di attaccare uno schieramento politico; ma raccontare cose inesatte fa solo il gioco degli altri.
Prima di scrivere qualcosa che può essere letto sarebbe il caso consultare fonti serie invece che aprire la bocca e darle fiato.
Per chi fosse interessato, il testo di riferimento è “American Passage” di Vincent J. Cannato.
Firmato, una guida della città di New York, autorizzata dalla città a portare turisti ad Ellis Island per escursioni storiche. “
Ecco, in questo modo è decisamente più inquietante
Me lo ha portato un vicino.
Semplicemente inquietante: un 8 mm stile film horror. Chissà di quanto tempo fa sarà.
io ci ho messo la musica. La potevo fare ancora più gotica, ma perchè calcare troppo la mano?

Vieni con noi per vedere, scoprire e conoscere davvero New York. I nostri percorsi personalizzati ti daranno esattamente quello che desideri.

Contattaci e costruiremo la tua esperienza insieme.

Operating as usual

05/03/2022

Eh beh, eh beh, direi che ci siamo! Il secondo paragrafo vale tutto!

04/27/2022

C’è chi i sogni li tiene nel cassetto e chi le speranze le chiude in un baule.
E tu? Cosa ti aspetti dal tuo prossimo viaggio?

04/26/2022

E cominciamo! Oggi un liceo americano alla scoperta della storia del proprio paese.
Adorable!

04/25/2022

In attesa che apra…
Ogni tanto un po’ di svago spensierato ci vuole!

Photos from La tua guida a New York's post 04/25/2022

Buongiorno e buona Festa della Liberazione a tutti.
Viaggiare all’estero quando si hanno allergie, intolleranze e disturbi alimentari può non essere facile.
Essendo celiaco, so bene quanto sia importante non correre rischi per poter godere appieno di una meritata vacanza.
Potete contare su di me come guida e come collega con un occhio di riguardo per tutti coloro che hanno speciali esigenze.
Privati ed agenzie possono contattarmi per rendere il vostro viaggio stupendo e sicuro. Sarò felice di aiutarvi.

04/23/2022

Difficile trovare colori più belli di questi…

04/22/2022

Un’intera settimana insieme!
Prelevati all’aeroporto, portati a Liberty ed Ellis Island, visitata la città in lungo e in largo, scelti i ristoranti e tutti gli intrattenimenti, i locali per la sera, i musei, i negozi, riaccompagnati all’aeroporto.
È stata una sfida importante, pianificare tutto dalla A alla Z per 16 persone,sfruttare il tempo al meglio e riuscire anche a cambiare il programma in caso di pioggia o vento, che in questi giorni è stato davvero inclemente a tratti.
Pronti a nuove sfide, ma soprattutto pronto a collaborare sempre di più con agenti di viaggi, gruppi di amici e corporate groups.
Il duro lavoro, la dedizione e soprattutto l’occhio alle esigenze delle persone stanno pagando. E sempre più persone se ne accorgono e lo apprezzano.
Grazie a tutti. In attesa dei prossimi (ne ho già altri tre prenotati a brevissimo).

04/18/2022

New York è una città dove, a dispetto dei luoghi comuni, si mangia benissimo.
Soprattutto le specialità locali, pastrami in primis.
Provare per credere

Photos from La tua guida a New York's post 04/14/2022

Ieri ho condotto il mio 1033mo tour alla Statua della Libertà ed Ellis Island.
Tra i miei ospiti c'era un professore di storia. Aveva cercato avidamente, dappertutto, alla ricerca di "The Mayor of Liberty Island", una guida con le scarpe gialle che ha un approccio diverso al racconto di questi due importanti luoghi/monumenti non solo di New York ma di tutti gli Stati Uniti.
Ho osservato quest'uomo che mi ascoltava attentamente, gli occhi puntanti su di me come spilli. Non ha perso una parola di quanto detto.
Quando siamo arrivati ad Ellis Island si è messo un po' defilato rispetto agli altri, sempre ad ascoltare.
Alla fine del tour, si è avvicinato ed ha iniziato a parlarmi.
Mi ha detto che in tutto quello che ho detto c'era una sola imperfezione, su chi gestiva l'ospedale. Non avevo detto il nome dell'organismo che se ne occupava per esteso.
Alla fine, mi ha chiesto una cosa: se fossi disposto ad andare alla sua scuola a raccontare ai ragazzi esattamente qual era l'esperienza di Ellis Island.
E son soddisfazioni eh!

Storia – Ellis Island e la quarantena degli italiani 04/13/2022

Storia – Ellis Island e la quarantena degli italiani

E ci risiamo con gli untori.
Leggete prima l’articolo qua sotto e poi leggete il mio commento, che quasi sicuramente non verrà pubblicato - e capirete perché.

Ecco il mio commento
“Un articolo che pullula di notizie false. Ellis Island non è mai, ripeto mai, stata una stazione di quarantena.
Era una stazione di entrata negli Stati Uniti. Con un ospedale. Non un lazzaretto.
Ellis Island aveva un solo varco. “Italiani e africani” e “tutti gli altri” è talmente un’idiozia che non avrebbe nemmeno bisogno di essere commentata.
Le ispezioni mediche per colera, vaiolo, tifo e febbre gialla venivano fatte nei confronti di chiunque, anche dei ricchi, ad Hoffman e Swinburne Island, due isole artificiali al largo di Staten Island, prima dei Narrows, l’ingresso nel porto di New York. Chi veniva trovato con sintomi di queste quattro malattie sostava qui fin quando, per guarigione o per morte, la situazione non si risolveva. Ed erano centri assistiti. 3 miglia prima del porto.
Ad Ellis Island c’era anche un ospedale per i casi non gravi, nel quale le persone venivano controllate e curate.
Non è inoltre vero che a Ellis Island venivano tenuti tutti coloro che volevano entrare in America, come qui si vuol far credere. Passeggeri di prima e seconda classe scendevano a Manhattan. Gli “steerage passengers”, quelli di terza e quarta classe, erano quelli che aspettavano mentre gli abbienti scendevano, venivano poi trasferiti su chiatte e portati ad Ellis Island. La struttura fu creata per garantire uguaglianza di trattamento all’arrivo, una condizione che non poteva essere garantita a Manhattan a causa dell'alta corruzione degli impiegati di Castle Clinton e degli affittacamere spietati del Lower East Side,
Il periodo medio di transito in questa stazione d’arrivo (perché questa era) andava dalle 3 alle 5 ore.
Non era prevista quarantena preventiva, come qui si vuol far credere e come tutti sostengono, forse confondendo con altri paesi o con al propaganda di regime diffusa ad hoc ad inizio secolo (e capite di chi parlo).
La storia della quarantena è una leggenda popolare, mutuata da quello che succedeva invece in Europa del Nord (vedi Belgio).
In ultima istanza, Ellis Island fu in attività dal 1892 al 1954. Mi spiace dirlo, ma questo articolo, storicamente parlando, fa acqua da tutte le parti. Posso capire che la sua funzione sia quella politica di attaccare uno schieramento politico; ma raccontare cose inesatte fa solo il gioco degli altri.
Prima di scrivere qualcosa che può essere letto sarebbe il caso consultare fonti serie invece che aprire la bocca e darle fiato.
Per chi fosse interessato, il testo di riferimento è “American Passage” di Vincent J. Cannato.
Firmato, una guida della città di New York, autorizzata dalla città a portare turisti ad Ellis Island per escursioni storiche. “

Storia – Ellis Island e la quarantena degli italiani NEW YORK – Ellis Island, l’isola-avamposto nel porto di New York di fronte alla Statua della Libertà, il primo lembo di suolo americano dove venivano tenuti in quarantena coloro che chiedevano di e…

04/09/2022

Ecco, in questo modo è decisamente più inquietante

04/09/2022

Me lo ha portato un vicino.
Semplicemente inquietante: un 8 mm stile film horror. Chissà di quanto tempo fa sarà.
io ci ho messo la musica. La potevo fare ancora più gotica, ma perchè calcare troppo la mano?

04/06/2022

Ecco come appariva l’area del World Trade Center prima che i bulldozer la spianassero per costruire le torri gemelle.
Era nota come Radio Tow.
Un altro esempio di una New York multistrato, che per un verso o l’altro vogliamo far dimenticare.
New York è una città che, come e più di tante altre, ha bisogno di essere mostrata facendo vedere ciò che non esiste più per capire ciò che esiste adesso.

04/05/2022

Radio Row nel 1963.
Le persone stanno discutendo dell’assassino di Kennedy.

04/04/2022

Momento indulgente

Photos from La tua guida a New York's post 04/04/2022

New York effetto horror movie...

[4K] 🇺🇸 NYC🗽 Grand Central Public Library St Patrick's Cathedral 03/31/2022

[4K] 🇺🇸 NYC🗽 Grand Central Public Library St Patrick's Cathedral

Spettacolare, to say the least

[4K] 🇺🇸 NYC🗽 Grand Central Public Library St Patrick's Cathedral Discover Grand Central Station, the New York Public Library, Fifth Avenue, Rockefeller Center and St. Patrick's Cathedral. All in one, great 4K video. Includ...

03/29/2022

Pare di stare a Livorno, con ‘sti prezzi

Photos from La tua guida a New York's post 03/24/2022

Vengo da Firenze che, in quanto ad arte e musei, non ha niente da invidiare al resto del mondo. L’unica cosa è che, in fondo, l’arte a Firenze si concentra quasi totalmente nel Rinascimento (e ora mi raccomando, mettetevi a dire che non è così, che ci sono i resti di strade romane, i villini Liberty in Via Scipione Ammirato etc etc eh! 🤣🤣🤣).
Quando mi sono trasferito a New York, la prima cosa che ho fatto è stata creare un vincolo con questa città nel nome dell’arte. Coi soldi che mi restavano dopo trasloco e quant’altro sono entrato a far parte delle fondazioni del Metropolitan Museum of Art e del Guggenheim Museum. Al Guggenheim ho mantenuto l’affiliazione per un paio di anni soltanto mentre al Met ho raddoppiato.
Due giorni fa ho avuto, in quanto membro di questa cerchia ristretta, la possibilità di accedere alla prima apertura serale del museo del 2022, riservata ai Patrons and Members. Saremo stati meno di 200! Al MET fino alle 9 di sera, con tutto lo staff per te e l’arte come mai si è vista prima (col rimpianto che una simile possibilità agli Uffizi non esiste).
E credetemi, avere il museo praticamente solo per me non aveva prezzo. Anche perché avevo un biglietto extra ma erano tutti impegnati fra amici, cene e bar.
Ancora di più se consideriamo che il ristorante aperto per i soli soci era in tutto il suo splendore.
Magari non andrò sui rooftop (del resto, non bevo).
Magari non andrò da Katz’s per il pastrami (ma vado dove è più buono).
Ma quello che posso vedere due volte l’anno, in attesa di maturare “l’anzianità” per partecipare al Met Gala, non ha prezzo.
E, per me, vale tutti i rooftop di New York.
Per voi invece?

[4K] 🇺🇸 NYC Walk - Walking 5th Avenue Central Park and Museum Mile 03/22/2022

[4K] 🇺🇸 NYC Walk - Walking 5th Avenue Central Park and Museum Mile

Ecco il nuovo video.
Questa volta ho anche un'introduzione animata e un sommario iniziale per capire cosa vedrete.
Era una giornata magnifica!

[4K] 🇺🇸 NYC Walk - Walking 5th Avenue Central Park and Museum Mile Today we are walking 5th Avenue Central Park and Museum Mile.We start on 5th Avenue, right across the street from the Metropolitan Museum, then we will walk ...

03/20/2022

Cucù! Eccomi qua!
In questi ultimi mesi, alcuni di voi mi hanno scritto, chiedendomi se andasse tutto bene. Altri addirittura mi hanno raggiunto telefonicamente; e di questo posso essere solo grato.
Tutti mi hanno fatto la stessa domanda: stai bene?
La risposta è sì, la mia salute è sempre buona.
La seconda domanda era sempre: cosa è successo?
Ve lo spiego subito.
Qualche mese fa la mia pagina - improvvisamente, dall’oggi al domani - ha avuto un’impennata a dir poco f***e! Un mio video ha finito per avere oltre sessantamila visualizzazioni.
Ve lo scrivo in numeri, così fa più fico:
60000!
In quattro giorni.
Tutto cresceva ad un ritmo frenetico.

Con la crescita sono arrivate un po’ di cose che non volevo né ho mai voluto: leoni da tastiera illetterati, frustrati, chi cerca bandiere in persone che con loro non hanno, e mai avranno, niente in comune.

Il fatto era uno: dopo quasi due anni di cretinate assolute e voci incontrollate su New York, sostenute da una stampa sempre più orientata al sensazionalismo e sempre meno alla verità, sono sbottato. E nello sbottare, oltre a qualche parolaccia, ci devo aver messo anche qualcosa di troppo. Il mio video ha finito per essere condiviso da chi sosteneva cospirazioni, su gruppi politici, estremisti di correnti che mai ho condiviso etc etc.
Il tutto perché, in quei cinque minuti, ho detto quello che veramente pensavo su quella che era la vera situazione a New York, quando la stampa la dipingeva come un lazzaretto. Chi si ricorda le foto dei militari e sotto il titolo “Soldati a New York” sa di cosa parlo.

Badate bene: raccontare la verità è una cosa che ho sempre fatto; ma quella volta l’ho fatto sbraitando e magari mandando anche qualche vaffa! Insomma, ero piuttosto incazzato (quando ci vuole ci vuole). E il pubblico ha deciso che quello piaceva. Una condivisione tira l'altra e in un giorno avevo 11mila visualizzazioni e da lì ho preso il volo, due giorni dopo ero oltre 57mila! Ero "la voce della verità", il cavaliere senza macchia e senza paura. E mi fermo qui, ma tanto dove tutto questo stava andando l'avete capito da soli.

E ho constatato di persona che il trash paga.
Paga in termini di popolarità, di crescita veloce, di macchietta.

Non paga in termini di altre cose.
Quando la gente mi ha scritto di farmi di anfetamine ho capito che la misura era colma. Ho cancellato il video; ma parte del danno era fatto. Ai video e alle dirette hanno cominciato ad infiltrarsi queste presenze indistinte, senza idee, arte né parte. Solo una massa disorganizzata che sa fare una cosa sola: insultante da dietro una tastiera e fare a gara a chi è più cafone o ignorante.

Non è la gente che fa per me. Non è la gente con cui voglio interagire.

La decisione finale di mettere uno stop è nata durante una mia diretta a Brooklyn Heights quando qualcuno ha scritto “levati la maschera che sei ridicolo” (qualcuno che sul suo profilo ha la faccia di un’altra persona, la cui moralità e legalità è a dir poso dubbia) mentre un altro mi definiva “un cretino con patente da idiota”.

Allora ho capito che, alla fine, c’era una sola cosa da fare. Prendere le distanze.
Perché io a New York lavoro. Faccio la guida, porto la gente in giro. Questa pagina e il gruppo relativo sono una finestra per quello che faccio.

Non è un posto per beceri. Ci sono tante altre pagine e gruppi per quello.

Insomma, ancora non so cosa fare.
Anche se una soluzione ci sarebbe.
Fare le mie dirette sul gruppo anziché sulla pagina. In questo modo, controllando gli iscritti, le cose andrebbero meglio. Visto che il gruppo é privato e viene fissata una barriera all'entrata
Anche perché chi mi segue è abituato alla qualità.
Quella cosa che i beceri disdegnano perché incapaci di raggiungerla.
E per questo, per la loro palese inadeguatezza, cercano di corrompere con le loro pochezze.
Tuto qui. Né più né meno.

[4K] Walking Tour New York Times Square and Bryant Park 03/20/2022

[4K] Walking Tour New York Times Square and Bryant Park

La passeggiata definitiva per Times Square e Bryant Park.
Una rarità (per me).

[4K] Walking Tour New York Times Square and Bryant Park Welcome to this 4k walking tour of Times Square and Bryant Park in New York.And welcome to my new channel! I hope you'll love Walking New York with me!Subscr...

4k New Chinese Year in Chinatown Walking Tour - Little Italy Chinatown New York 4K 03/17/2022

4k New Chinese Year in Chinatown Walking Tour - Little Italy Chinatown New York 4K

Capodanno cinese in giro per le strade di Little Italy e Chinatown

4k New Chinese Year in Chinatown Walking Tour - Little Italy Chinatown New York 4K This 4K walking tour of the Chinese New Year in New York, including Little Italy, is amazing! If you are interested to learn more about our walking tours, yo...

Timeline photos 03/15/2022

Lo riconoscete?

Timeline photos 03/11/2022

E questa non la indovinerete mai! Ne sono così sicuro che ci potrei mettere anche un premio in denaro 😀

Photos from La tua guida a New York's post 02/27/2022

Batman lo prendo di tacco! Spettacolare evento privato del sabato sera!

Photos from La tua guida a New York's post 02/22/2022

New York e la luce. Un esercizio di stile in un mattino di febbraio. Quale preferite?

Photos from La tua guida a New York's post 02/11/2022

Serate glamour con La tua guida a New York… e non solo…

02/08/2022
Photos from La tua guida a New York's post 02/01/2022

La sensazione di essere lontani dal trambusto della vita quotidiana, ma soprattutto dai turisti rumorosi, è così forte che voglio mostrarvela e condividerla con voi. Ecco perché ho creato le New York Impressions. Le ho create in modo che le persone possano sperimentare proprio quello che si prova ad ESSERE DI New York, non un turista a New York, per quanto sofisticato uno possa ritenersi. Sia che questo significhi una passeggiata a Lower Manhattan, trovare i negozi più interessanti dove fare uno shopping newyorkese o semplicemente mangiare il miglior pastrami lontano dalla formica consunta dei deli sopravvalutati di Houston Street.
New York è come una cipolla. E spesso si assaggia solo quello più esterno.

New York, svelata

Racconto la città attraverso i suoi monumenti e soprattutto attraverso le cose più preziose che ha, quelle che riempiono gli spazi vuoti: le sue storie. Perché quando si è davanti a qualcosa, spesso quello che non c’è è tanto importante quanto ciò che vediamo.

Videos (show all)

Quanto costa davvero vivere a New York?
La verità sul CityPass

Location

Category

Telephone

Address


New York, NY
10023

Opening Hours

Monday 9am - 5pm
Tuesday 9am - 5pm
Wednesday 9am - 5pm
Thursday 9am - 5pm
Friday 9am - 5pm
Saturday 9am - 5pm
Sunday 9am - 5pm

Other Tour Guides in New York (show all)
9/11 Tribute Museum 9/11 Tribute Museum
92 Greenwich Street
New York, 10006

The 9/11 Tribute Museum brings together those who want to learn about 9/11 with those who experienced it.

Black Tomato Black Tomato
1115 Broadway, 12th Floor
New York, 10010

We are Black Tomato and we exist for one simple purpose — to give you the best travel experiences of your life. Voted the world’s third Best Specialist Tour Operator in the Condé Nast Traveler Readers’ Choice Awards 2021.

Rock Junket Rock Junket
New York

New York City's Original Rock n' Roll Walking Tours. East Village - Ramones, Dolls, Fillmore, Zep, CBGB's and more. Greenwich Village - Hendrix, Electric Lady, Dylan, Cafe Wha? and album cover shots in both historic neighborhoods. It's only RnR.

One Love Tours One Love Tours
1 Columbus Pl
New York, 10021

Offering custom New York City Pedicab and bike tours. Specializing in Central Park information and the Historical Upper West Side.

Noshwalks Noshwalks
900 W 190th St, # 16D
New York, 10040-3681

Noshwalks offer the most comprehensive ethnic food tours of NYC, covering all five boroughs! See www.noshwalks.com for the current schedule and further information. Custom tours are also available!

NYC Pedicab Tours NYC Pedicab Tours
1792 Broadway (58 St Near Columbus Circle)
New York, 10019

NYC Pedicab Transportation Services, Pedicab Rental, Pedicab Mobile Advertising, Pedicab Events-Promotions, Central Park Pedicab Tours, & NYC Sightseeing Pedicab Tours Services.

Bienvenidos New York Bienvenidos New York
New York, 11428

Viva a plenitud su experiencia en una de las ciudades mas excitantes del mundo,de una manera practica y simple. Ofrecemos servicios de turismo,transporte y hospedaje. Diferentes excursiones en Nueva York y principales ciudades alrededor

PhotoTrek Tours PhotoTrek Tours
340 West 42nd St. # 318
New York, 10036

Experience New York through the eyes of a native, while you are photographed in the city's most exciting locations.

Latour Latour
New York, 10038

There are various companies entering the emerging Latin America tourism market. But only one name stands out as the premier expert in travel to Central and South America. LATOUR is the name to trust!

Isram Isram
New York, 10038

Travel experience and “Know-how” since 1967. ISRAM is the premiere tour operator in Israel since 1967.

Pacific Holidays Inc. Pacific Holidays Inc.
12 W 32nd St., 602
New York, 10001

Pacific Holidays is a tour operator with 23+ years of experience with Asia, Latin America & the South Pacific

Free Tours by Foot - New York City Free Tours by Foot - New York City
112 Suffolk St
New York, 10002

We offer free walking tours of New York City, including pre-recorded and live video tours as well as in-person guided walks. Our tours are free to take and operate on a pay-what-you-wish or can afford basis.